HSDPA vs HSUPA

HSDPA (Highet Downlink Packet Access) e HSUPA (High Speed ​​Uplink Packet Access) sono specifiche 3GPP pubblicate per fornire raccomandazioni per downlink e uplink dei servizi mobili a banda larga. Le reti che supportano sia HSDPA che HSUPA sono chiamate reti HSPA o HSPA +. Entrambe le specifiche hanno introdotto miglioramenti a UTRAN (UMTS Terrestrial Radio Access Network) introducendo nuovi canali e metodi di modulazione, in modo da poter ottenere una comunicazione dati più efficiente e ad alta velocità nell'interfaccia aerea.

HSDPA

HSDPA è stato introdotto nel 2002 nella versione 3GPP 5. La caratteristica chiave di HSDPA è il concetto di AM (Amplitude Modulation), in cui il formato di modulazione (QPSK o 16-QAM) e la velocità di codice effettiva sono cambiati dalla rete in base al carico del sistema e condizioni del canale. HSDPA è stato sviluppato per supportare fino a 14,4 Mbps in una singola cella per utente. L'introduzione di un nuovo canale di trasporto noto come HS-DSCH (canale condiviso downlink ad alta velocità), canale di controllo uplink e canale di controllo downlink sono i principali miglioramenti di UTRAN secondo lo standard HSDPA. HSDPA seleziona la velocità di codifica e il metodo di modulazione in base alle condizioni del canale riportate dalle apparecchiature utente e dal Nodo-B, noto anche come schema AMC (modulazione adattativa e codifica). Oltre al QPSK (Quadrature Phase Shift Keying) utilizzato dalle reti WCDMA, HSDPA supporta 16QAM (Quadrature Amplitude Modulation) per la trasmissione di dati in buone condizioni del canale.

HSUPA

HSUPA è stato introdotto con la versione 3GPP 6 nell'anno 2004, dove viene utilizzato Enhanced Dedicated Channel (E-DCH) per migliorare l'uplink dell'interfaccia radio. La velocità massima teorica di uplink che può essere supportata da una singola cella secondo la specifica HSUPA è 5,76 Mbps. HSUPA si basa sullo schema di modulazione QPSK, che è già specificato per WCDMA. Utilizza inoltre HARQ con ridondanza incrementale per rendere più efficaci le ritrasmissioni. HSUPA utilizza lo scheduler uplink per controllare la potenza di trasmissione ai singoli utenti E-DCH per mitigare il sovraccarico di potenza nel Nodo-B. HSUPA consente inoltre la modalità di trasmissione auto-avviata che viene chiamata come trasmissione non programmata dalla UE per supportare servizi come VoIP che richiedono un intervallo di tempo di trasmissione ridotto (TTI) e una larghezza di banda costante. E-DCH supporta TTI sia da 2ms che da 10ms. L'introduzione di E-DCH nello standard HSUPA ha introdotto nuovi cinque canali di livello fisico.

Qual è la differenza tra HSDPA e HSUPA?

Sia HSDPA che HSUPA hanno introdotto nuove funzioni nella rete di accesso radio 3G, nota anche come UTRAN. Alcuni fornitori hanno supportato l'aggiornamento della rete WCDMA in una rete HSDPA o HSUPA mediante l'aggiornamento del software al Nodo-B e all'RNC, mentre alcune implementazioni dei fornitori hanno richiesto anche modifiche hardware. Sia HSDPA che HSUPA utilizzano il protocollo HARQ (Hybrid Automatic Repeat Request) con ridondanza incrementale per gestire la ritrasmissione e gestire il trasferimento di dati privo di errori sull'interfaccia aerea.

HSDPA potenzia il Downlink del canale radio, mentre HSUPA migliora il uplink del canale radio. HSUPA non utilizza la modulazione 16QAM e il protocollo ARQ per l'uplink che viene utilizzato da HSDPA per il downlink. TTI per HSDPA è di 2ms, in altre parole ritrasmissioni, così come i cambiamenti nel metodo di modulazione e la frequenza di codifica avrà luogo ogni 2ms per HSDPA, mentre con HSUPA TTI è di 10ms, anche con l'opzione di impostarlo come 2ms. A differenza di HSDPA, HSUPA non implementa AMC. L'obiettivo della pianificazione dei pacchetti è completamente diverso tra HSDPA e HSUPA. In HSDPA lo scopo dello scheduler è di allocare risorse HS-DSCH come fasce orarie e codici tra più utenti, mentre con lo scopo di HSUPA lo scheduler è controllare il sovraccarico della potenza di trasmissione nel Nodo-B.

Sia HSDPA che HSUPA sono versioni 3GPP che miravano a migliorare il downlink e l'uplink dell'interfaccia radio nelle reti mobili. Sebbene HSDPA e HSUPA mirino a migliorare i lati opposti del collegamento radio, l'esperienza utente della velocità è interdipendente da entrambi i collegamenti a causa del comportamento di richiesta e risposta della comunicazione dei dati.