Metalli ferrosi contro metalli non ferrosi

I metalli ferrosi e i metalli non ferrosi sono suddivisioni di elementi metallici. Gli elementi chimici trovati in natura sono ampiamente classificati in due categorie, metalli e non metalli. I metalli sono sostanze che sono buoni conduttori di elettricità e calore, sono malleabili e duttili e hanno un aspetto brillante. I metalli sono ulteriormente suddivisi in due gruppi chiamati metalli ferrosi e metalli non ferrosi. La parola ferroso deriva dalla parola latina Ferrum che significa tutto ciò che contiene ferro. Quindi, i metalli ferrosi sono quelli che contengono ferro in qualche forma e percentuale. A causa della presenza di ferro, i metalli ferrosi sono di natura magnetica e questa proprietà li differenzia dai metalli non ferrosi. I metalli ferrosi hanno anche un'alta resistenza alla trazione. Alcuni esempi di metalli ferrosi sono acciaio al carbonio, acciaio inossidabile e ferro battuto. Alcuni esempi di metalli non ferrosi sono alluminio, ottone, rame ecc.

I metalli non ferrosi hanno proprietà diverse dai metalli ferrosi e sono utilizzati per applicazioni industriali. Sono utilizzati principalmente a causa di peso ridotto, maggiore resistenza, proprietà non magnetiche, punti di fusione più elevati e resistenza alla corrosione, sia chimica che atmosferica. Questi metalli non ferrosi sono ideali anche per applicazioni elettriche ed elettroniche.

Quindi è chiaro che il metallo non ferroso è qualsiasi metallo che non contiene ferro o qualsiasi lega di metalli che non contiene ferro come componente. La maggior parte, ma non tutti, i metalli ferrosi sono di natura magnetica, ma nel magnetismo, i metalli ferrosi variano a seconda della quantità di ferro che contengono. L'acciaio inossidabile, sebbene contenga ferro non è di natura magnetica a causa del processo che lo rende inossidabile. Viene messo in acido nitrico per liberarsi del ferro e ciò che rimane è molto nichel, rendendolo quindi non magnetico sebbene sia ancora classificato come metallo ferroso. I metalli ferrosi sono noti per la loro capacità di consentire l'ossidazione che è una proprietà nota come corrosione. L'ossidazione di metalli ferrosi può essere vista in un deposito marrone rossastro sulla superficie che è un ossido di ferro.