L'intelligenza artificiale (AI) e l'intelligenza umana includono funzioni cognitive come memoria, risoluzione dei problemi, apprendimento, pianificazione, linguaggio, ragionamento e cognizione. Entrambi hanno avuto un ruolo nel miglioramento della comunità.

Per quanto riguarda le loro differenze, l'IA è un'innovazione creata dall'intelligenza umana, progettata per eseguire compiti specifici più rapidamente con meno sforzi.

D'altra parte, l'intelligenza umana è più brava nel multitasking e può includere elementi emotivi, interazione umana e autocoscienza nel processo cognitivo. Ulteriori discussioni continuano ad esplorare tali differenze.

Cos'è l'intelligenza artificiale?

L'intelligenza artificiale viene talvolta definita scienza accademica come intelligenza artificiale, fondata nel 1956, lo stesso anno in cui John McCarthy sviluppò il termine "intelligenza artificiale". Nella ricerca AI, un conglomerato di scienze come filosofia, neuroscienze, psicologia, informatica ed economia è importante nel confrontare il modo in cui le persone elaborano le informazioni.

Hintze (2016) presenta quattro tipi di IA:



  • Categoria I - macchine reattive

Questo è il tipo più elementare di AI perché è solo reattivo e non tiene conto delle esperienze passate.



  • Tipo II - memoria limitata

A differenza delle macchine reattive, il Tipo II incorpora l'esperienza passata nelle sue attività.



  • Categoria III - Teoria della mente

Questa specie si chiama "macchine del futuro", in cui possono comprendere le emozioni umane e prevedere come pensano gli altri.



  • Categoria IV - Autocoscienza

Come estensione della teoria della mente, i ricercatori dell'IA cercano di creare macchine in grado di creare le loro rappresentazioni.

Cos'è l'intelligenza umana?

L'intelligenza umana è caratterizzata da processi cognitivi altamente complessi come concettualizzazione, comprensione, processo decisionale, comunicazione e risoluzione dei problemi. Anche fattori soggettivi come la motivazione sono influenzati in modo significativo. L'intelligenza umana viene solitamente misurata mediante test del QI che includono memoria di lavoro, comprensione verbale, velocità di elaborazione e ragionamento percettivo.

Poiché la mente viene identificata e affrontata in vari modi, ci sono teorie pertinenti. Eccone alcuni:


  • Teoria della Trinità della mente (Robert Sternberg)

L'intelligenza consiste in analisi, creatività e praticità.


  • Multi-Theory (Howard Gardner)

Di solito ogni persona ha una combinazione di linguaggio-linguistico, cinestesico, logico-matematico, visivo-spaziale, interpersonale, interno e naturale. Gardner considerava anche fattibile l'intelligenza esistenziale.


  • Teoria PASS (AR Luria)

I quattro processi di ragionamento si verificano nei processi di pianificazione, attenzione, simultanei e sequenziali.

Differenza tra intelligenza artificiale e intelligenza umana



  1. L'origine dell'IA e dell'intelligenza umana

L'intelligenza artificiale è una novità creata dalla mente umana; Il suo primo sviluppo è stato affidato a Norbert Weiner, che ha riflettuto sui meccanismi di feedback, mentre il padre di AI, John McCarthy, è pronto a organizzare la prima conferenza sui progetti di tempistica e ricerca delle macchine. L'uomo, d'altra parte, è creato con la capacità di pensare, pensare, ricordare e così via.



  1. AI e la velocità dell'intelligenza umana

I computer possono elaborare le informazioni più velocemente degli umani. Ad esempio, se la mente umana è in grado di risolvere un problema di matematica in 5 minuti, l'IA può risolvere 10 problemi al minuto.



  1. Processo decisionale

L'intelligenza artificiale è molto obiettiva nel processo decisionale perché viene analizzata solo sulla base dei dati raccolti. Tuttavia, le decisioni umane possono essere influenzate solo da elementi soggettivi che non sono basati sui numeri.



  1. chiarezza

L'intelligenza artificiale spesso produce risultati accurati perché opera in base a una serie di regole programmate. Per quanto riguarda la coscienza umana, di solito c'è spazio per un "errore umano" in quanto alcuni dettagli possono essere persi in un punto o nell'altro.



  1. Energia utilizzata

Il cervello umano utilizza circa 25 watt mentre i computer moderni usano solo 2 watt.



  1. Adattamento dell'intelligenza artificiale e dell'intelligenza umana

L'intelligenza umana può essere adattiva in risposta ai cambiamenti nel suo ambiente. Permette alle persone di apprendere e padroneggiare diverse abilità. L'intelligenza artificiale, d'altra parte, ha bisogno di più tempo per adattarsi ai nuovi sviluppi.



  1. multidimensionale

La mente umana supporta la versatilità, come dimostrano i loro ruoli diversi e simultanei, con l'intelligenza artificiale in grado di gestire più attività contemporaneamente, poiché il sistema può gestire le responsabilità solo una per una. lo saprà.



  1. La coscienza di sé

L'intelligenza artificiale sta ancora lavorando sull'autocoscienza e le persone sono naturalmente autocoscienti e cercano di identificare chi sono come persone mature.



  1. Relazioni sociali

Come essere sociale, le persone stanno meglio socializzando perché possono elaborare informazioni astratte, diventare più autocoscienti e sensibili ai sentimenti degli altri. L'intelligenza artificiale, d'altra parte, non ha imparato la capacità di selezionare argomenti sociali ed emotivi rilevanti.



  1. Funzione generale

La funzione generale della mente umana è nuova perché può creare, cooperare, fare brainstorming ed eseguire. Per quanto riguarda l'IA, la sua funzione generale deve essere più ottimizzata in quanto esegue le attività in modo efficace secondo il metodo di programmazione.

Intelligenza artificiale e intelligenza umana

Un riepilogo di AI e altro. Intelligenza umana

  • L'intelligenza artificiale (AI) e l'intelligenza umana includono funzioni cognitive come memoria, risoluzione dei problemi, apprendimento, pianificazione, linguaggio, ragionamento e cognizione. L'intelligenza artificiale viene talvolta chiamata intelligenza artificiale. Fu fondata nel 1956 come disciplina accademica e nello stesso anno il termine "intelligenza artificiale" fu sviluppato da John McCarthy. I quattro tipi di IA sono macchine reattive, memoria limitata, teoria della coscienza e consapevolezza di sé. L'intelligenza umana viene solitamente misurata mediante test del QI che includono memoria di lavoro, comprensione verbale, velocità di elaborazione e ragionamento percettivo. Alcune teorie sull'intelligenza umana sono intelligenza multipla, triarchical e PASS. Rispetto all'intelligenza umana, l'IA può elaborare i dati più velocemente utilizzando meno energia. L'intelligenza artificiale è più obiettiva e accurata dell'intelligenza umana. L'intelligenza umana è migliore all'intelligenza artificiale rispetto alla versatilità, flessibilità, interazione sociale e consapevolezza di sé. La missione generale dell'IA è ottimizzare e l'intelligenza umana è innovazione.

RIFERIMENTI

  • Flynn, James. Qual è la mente? Cambridge: Cambridge University Press, 2009. Stampa.
  • Hintze, Arend. "Comprendere quattro tipi di intelligenza artificiale, dai robot reattivi all'autocoscienza." Intervista del 14 novembre 2016 Internet. 10 agosto 2018
  • Muller, John e Massaron, Luke. Intelligenza artificiale per manichini. Hoboken, NJ: John Wiley and Sons, 2018. Stampa.
  • Credito di immagine: https://www.flickr.com/photos/gleonhard/33661760430
  • Credito di immagine: https://www.maxpixel.net/Artificial-Intelligence-Technology-Futuristic-3262753