Design Thinking vs Lean Startup vs Lean UX vs Design Sprint vs UX Burner

Cosa condividono in comune e come si adattano a SCRUM?

Evoluzione dei processi

Disclaimer: questo articolo si basa sulla mia opinione personale e le esperienze con queste metodologie. Sebbene ognuno differisca nell'esecuzione, sono in qualche modo collegati tra loro. Cominciamo.

Design Thinking

Il Design Thinking è iniziato con l'idea di creare valore per gli esseri umani mantenendoli al centro dei tuoi prodotti e servizi. Può essere utilizzato per progettare prodotti, servizi, spazi, sistemi ed esperienze su misura per soddisfare le esigenze umane nel miglior modo possibile. Nel 2009, Tim Brown di IDEO ha pubblicato un libro "Change by Design". L'idea principale di questo libro è quella di evangelizzare cosa sia realmente il pensiero progettuale e come questa filosofia possa essere applicata per costruire grandi prodotti e servizi. Questo libro dà anche un'idea ai fondatori su come la metodologia può essere una risorsa preziosa per trasformare la cultura organizzativa e competere sul mercato attraverso l'innovazione.

"Il pensiero progettuale è un approccio all'innovazione incentrato sull'uomo che si basa sul toolkit del designer per integrare le esigenze delle persone, le possibilità della tecnologia e i requisiti per il successo aziendale."
 - Tim Brown, presidente e CEO, IDEO

certezze

  1. Design Thinking è una metodologia che ti aiuta ad affrontare tutti i tipi di problemi in modo creativo. È un percorso di innovazione incentrato sull'uomo. Molte persone in questo mondo pensano di non essere creative e il processo di pensiero progettuale dimostra che è sbagliato. La metodologia del Design Thinking ti dà la sicurezza di essere creativo. Affidandoti all'approccio disordinato e alla sua mentalità, puoi superare la paura ed eseguire idee audaci.
  2. Il pensiero progettuale aiuta a evitare i rischi creando una cosa più piccola da imparare dagli utenti che utilizzano effettivamente il prodotto. Una delle fasi è la prototipazione, il che significa creare un'esperienza attraverso qualcosa di più economico e tangibile chiamato prototipo. Un prototipo potrebbe essere un prodotto, un servizio, uno spazio e così via.
  3. La metodologia comprende diverse fasi e ogni fase include un gruppo di metodi che possono essere utilizzati in base alle esigenze. Dal 2009, ci sono molte versioni di design disponibili su Internet. Ma non voglio discuterne in dettaglio.
  4. Una delle mentalità chiave è il pensiero divergente e convergente.
In momenti divergenti, i team esplorano: si allargano per trovare approfondimenti e generare nuove idee. In momenti convergenti, hanno senso di ciò che hanno imparato e perfezionano le loro idee. Leading for Creativity, corso IDEO
Fonte: http://somurich.com/design/design-thinking-ideo-u.php

Le sfide

  1. Quando ci sono molte opzioni, lottiamo molto per decidere cosa scegliere. Allo stesso modo, ci sono diverse versioni dei processi di pensiero progettuale in Internet. Tutti trasmettono gli stessi principi in un modo o nell'altro. Tuttavia, per usarli come un processo standard, molti fanno fatica a scegliere il giusto processo e i suoi metodi (come HMW, Brainstorming, cinque perché, ecc.) In base alle loro esigenze.
  2. Sono in corso numerosi seminari e la maggior parte copre solo la superficie e le persone hanno ancora difficoltà a implementare praticamente quelli nelle loro aziende.
  3. I designer sperimentano molto con questi processi e toolkit. Basandosi su ispirazioni, solo pochi riescono a creare una soluzione affidabile per i loro team, che può essere regolarmente utilizzata per la maggior parte dei casi. Un buon esempio è Design Sprint di GV.
  4. Come possiamo adattare il pensiero progettuale a framework di sviluppo software agili come SCRUM, Kanban, programmazione Extreme, SAFe (Scaled Agile Framework), e.t.all. Questa è ancora una domanda frequente nelle comunità Agile e UX. Non ci sono ricette standard per i team da implementare nelle loro aziende.

Lean Startup

Nel 2011, Eric Reis ha pubblicato la startup lean. Si concentra su una filosofia simile a quella del pensiero progettuale: crea innovazione attraverso uno sviluppo centrato sul cliente.

fonte immagine: CabForward

In Lean startup, l'attività fondamentale di una startup è quella di costruire idee in prodotti, misurare il modo in cui i clienti rispondono e quindi imparare a ruotare o perseverare.

In che modo Lean Startup è simile a Design Thinking?

  1. Ogni idea imprenditoriale include un gran numero di incertezze. Usa MVP come una piccola cosa per offrire valore. Viene utilizzato per apprendere ed evitare il rischio di investire in qualcosa che potrebbe fallire nel mercato.
  2. Impara dai tuoi clienti / utenti finali ponendoli al centro dello sviluppo del tuo prodotto.
  3. Esistono varie tecniche e buone pratiche che possono essere utilizzate in queste fasi, ma non sono esplicite su quando utilizzarle e su come utilizzarle correttamente.

Le sfide

  1. Molte aziende hanno già le basi dello sviluppo dei loro prodotti con metodologie agili. Trovare spazio per una perfetta integrazione nei loro processi esistenti è ancora difficile.
  2. Per motivi di creazione di cultura imprenditoriale, crea silos di Lean startup e di sviluppo, in cui gli individui che prendono decisioni strategiche sui prodotti fanno parte del team di startup lean e gli ingegneri appartengono al team di sviluppo.
  3. Promuove la costruzione, il lancio e l'apprendimento che può portare a ingenti investimenti nella costruzione di un prodotto reale piuttosto che di un prototipo. Esiste un rischio elevato che i prodotti possano fallire in natura. Se il tuo team ha un budget ridotto, non puoi creare direttamente il prodotto. Invece pensa a creare l'MVP come prototipo e prova / apprendi i tuoi presupposti prima di creare il software.

LX UX

Lean UX applica principi snelli per la progettazione di ottimi prodotti. Questa idea è stata pubblicata nel 2013 da Jeff Gothelf, che è ancora uno dei grandi autori dell'argomento Lean UX.

Fonte: il libro Lean UX. 1. Processo, 2. Calendario, 3. Integrazione in Sprint

In che modo Lean UX è simile a Lean Startup?

  1. Sperimentazione: crea MVP della tua idea e impara il più rapidamente possibile
  2. Sviluppo incentrato sul cliente: impara dai tuoi clienti / utenti finali
  3. Sviluppo guidato da ipotesi
  4. Utilizzo di metodi leggeri di ricerca e ideazione dell'utente

Le sfide

  1. Ci sono molti metodi di ricerca che possono essere scelti mentre si lavora con la UX snella. Tali metodi non sono utilizzati in modo coerente durante i cicli di sperimentazione. Ciò comporta spesso la selezione di metodi irrilevanti e porta a risultati inconcludenti.
  2. La ricerca del prodotto, i seminari di ideazione e la preparazione per lo sprint imminente vengono sempre eseguiti come pre-sprint separato e non sono integrati a fianco delle normali cerimonie di sprint. Questo è uno dei gap che non offre abbastanza spazio per la collaborazione durante lo sviluppo.
  3. La raccomandazione del calendario sopra menzionata si concentra solo sui test degli utenti e non fornisce informazioni su come includere altre attività relative all'analisi dei problemi, all'ideazione, allo sviluppo e alla valutazione degli utenti.

Sprint di design

Design Sprint è una ricetta del pensiero progettuale. L'idea è stata pubblicata come libro fai-da-te chiamato "SPRINT" nel 2016 dall'autore Jake Knapp.

Fonte: Notizie di beneficenza digitali
"Lo sprint è un processo di cinque giorni per rispondere a domande aziendali critiche attraverso progettazione, prototipazione e test di idee con i clienti"
-Jake Knapp, autore di SPRINT e uno degli inventori del Design Sprint

In che modo Design Sprint è simile a Lean UX?

  1. Concentrati su una parte più piccola del problema, non creare un prodotto completo, mentre inizia con un presupposto, progetta un prototipo e testalo in cinque giorni per evitare guasti all'avvio.
  2. Impara dai tuoi clienti / utenti finali attraverso un approccio centrato sul cliente
  3. Inizia con una soluzione ipotetica e utilizzalo come strumento per apprendere rapidamente dagli utenti senza investire direttamente nello sviluppo.
  4. Sprint include metodi leggeri basati su design thinking toolkit e Lean UX

Le sfide

  1. La guida fai-da-te è fantastica e fornisce chiaramente tutte le informazioni necessarie per eseguire uno sprint. Ma sfortunatamente non fornisce consigli su come adattarsi al processo SCRUM.
  2. Lo sprint di progettazione viene spesso utilizzato come pre-sprint e i risultati (prototipi high-fi) vengono consegnati al team di sviluppo per l'implementazione. Ciò porta a una cultura a cascata tra i team di progettazione e sviluppo. I team di sviluppo stimano in base ai prototipi High-fi e iniziano la loro implementazione. Durante l'implementazione, la progettazione e lo sviluppo non funzionano davvero come un team equilibrato per affrontare le incertezze che si verificano sulla strada.

BRUCIATORE UX

UX Burner è una ricetta basata su Lean UX. Consiste in una suite di metodi leggeri che sono stati remixati e basati sulle idee del pensiero progettuale e del toolkit UX snello.

"UX BURNER è un processo che offre alle aziende un approccio sistematico per progettare costantemente prodotti migliori più rapidamente con i team SCRUM." - Gowtham Nedunchezhian, inventore di UX BURNER
Panoramica del processo UX Burner

Com'è UX Burner simile a Lean UX & Design sprint?

  1. Concentrarsi solo su uno specifico, piccolo problema anziché un grosso problema.
  2. Impara dai tuoi clienti / utenti finali attraverso un approccio centrato sul cliente.
  3. UX Burner include metodi leggeri basati sul toolkit di progettazione e Lean UX.
  4. Muoviti velocemente con una soluzione ipotetica per imparare dagli utenti.

In che modo UX Burner è diverso da Lean UX & Design sprint?

  1. UX Burner è un framework di progettazione e sviluppo di prodotti olistici.
  2. Si concentra esplicitamente sull'integrazione del design con lo sviluppo di software agile come un processo olistico.
  3. Promuove designer e sviluppatori a lavorare come una squadra
  4. Ha un set standard di attività di progettazione che mirano ad adattarsi bene agli sprint di sviluppo. Questo aiuta la progettazione e lo sviluppo a lavorare allo stesso ritmo.
  5. Incoraggia gli sviluppatori a prendere parte a tutto il processo. Gli sviluppatori partecipano alla fase di analisi del problema (Burner canvas), progettazione (workshop di progettazione), prototipazione, sviluppo (accoppia e condividi) e valutazione (test utente)

Se sei interessato a saperne di più sulla nostra formazione sui masterizzatori UX, dai un'occhiata qui!

Ti interessa il nostro libro? quindi leggi di più sul libro e sul rilascio da questa pagina.

Resta aggiornato con altre storie e tecniche nei miei prossimi post. Sentiti libero di pubblicare le tue domande o commenti qui sotto.

Grazie!

Serie UX BURNER
Precedente: Introduzione a UX BURNER
Avanti: Panoramica del processo UX Burner