Richieste di addebito e recupero: qual è la differenza?

Di recente abbiamo scritto alcuni blog sul rimborso (controllali qui, qui e qui): cosa sono, come evitarli e come gestirli quando compaiono. Perché abbiamo trascorso così tanto tempo sull'argomento? Si spera che i rimborsi non avvengano spesso e, quando lo fanno, possono avere un grave impatto sulla tua attività. Oggi torneremo di nuovo all'argomento e ti presenteremo l'argomento pertinente: le query di ricerca. Cominciamo

Che cos'è una query di ricerca?

Cominciamo con una richiesta di rimborso. Ciò accade quando la tua banca o la società della carta di credito fa domanda alla tua attività per ulteriori informazioni su una particolare transazione. Il cliente può avviare questo processo se non riconosce l'operazione o dispone di ulteriori informazioni al riguardo. Ciò può accadere se, per qualsiasi motivo, le informazioni fornite all'emittente della carta sono incomplete o se l'emittente ritiene che la transazione sia fraudolenta.

Quando viene inviata una richiesta di ricezione, è consigliabile contattare il cliente per spiegare cosa è successo. Può essere semplice come il nome della tua attività commerciale perché sembrano strani in un estratto conto della carta di credito perché non lo riconoscono. In molti casi, la confusione può essere eliminata e il cliente comunica all'emittente della sua carta di aver accettato il pagamento e di consentirne l'elaborazione. Se non riesci a contattare un cliente, potresti voler fare attenzione a restituirlo in modo proattivo. In questo caso, sarà molto difficile ottenere un rimborso.

Che cos'è un caricabatterie?

Quando un cliente fa appello direttamente all'emittente della propria carta per richiedere la cancellazione della transazione, il processo viene chiamato rimborso. I motivi del rimborso sono diversi, ma alcuni articoli comuni includono beni non assicurati, articoli non pubblicizzati o frodi. Il rimborso può essere molto frustrante per gli imprenditori in quanto spesso possono essere risolti attraverso una buona comunicazione tra il commerciante e il cliente. Una volta recuperata, la banca manterrà immediatamente i fondi raccolti. Devi fornire una copia della tua storia e fornire la documentazione per spiegare perché il cliente non riceverà un rimborso. L'emittente della carta impiegherà fino a 90 giorni per rivedere tutti i documenti e prendere una decisione. Durante questo periodo, i fondi verranno congelati e non sarà possibile accedervi.

Proteggiti dalle coperture di ricarica

Una delle cose più importanti che puoi fare per proteggerti dai rimborsi è quella di conservare record eccellenti e stabilire relazioni chiare con i tuoi clienti. Acquisire familiarità con le procedure di rimborso (sono molto standard sulla rete) e tenere un registro chiaro di tutte le transazioni e della relativa documentazione di supporto. Quando e quando c'è un ritorno, sarà utile organizzare semplicemente tutti i documenti. Stabilire chiare aspettative per i clienti e comunicazioni regolari aiuta ad evitare il rimborso in primo luogo. Informare il cliente per iscritto eviterà controversie formali, anche se si verificano ritardi di consegna imprevisti o altri problemi e il cliente non riceve immediatamente i propri prodotti.

Un'altra protezione contro il pagamento delle fatture è un partner per l'elaborazione delle carte di credito di cui ti puoi fidare nelle discussioni sulle carte di debito. In 360 Payments, siamo orgogliosi di informare i nostri clienti sui pagamenti e altri problemi relativi alla loro attività e promettiamo di non impiccarli se si verificano. Chiamaci al 408-295-58360 o fai la fila sul nostro sito web. Saremo felici di dirti che siamo diversi dagli altri ragazzi.

PS - Va bene investire nel tuo business il giorno successivo? Scoprilo qui

PPS: queste quattro funzioni sono disponibili sul processore della tua carta di credito? In caso contrario, è tempo di riconsiderare!