Bond vs. Bondage: fuga dall'inferno del trauma

Credito: hdwallpapersrocks.com

Conosciuta anche come Sindrome di Stoccolma, il legame traumatologico è la sensazione di essere così legato a qualcuno o qualcosa che non sei in grado di lasciare, nonostante il dolore che questa persona o cosa ti provoca.

È come contorcersi dal dolore. È come arrancare nel fango. Ed è così dannatamente confuso!

Come sapete, i narcisisti, gli psicopatici e altri Cluster B sono meglio riconosciuti mettendo i loro obiettivi attraverso il ciclo gentile-crudele. Questo crea un disorientamento, ti taglia fuori dal tuo centro di equilibrio e ti fa dubitare di te stesso. È proprio il punto: una tattica di manipolazione che usano per controllarti.

Tale legame è come la nicotina, che crea dipendenza. Da un lato ti adrenalizza e dall'altro ti calma. La parte che ci tiene agganciati è la promessa sempre sfuggente nella parte posteriore della nostra mente, che il conforto che hanno usato per dare attraverso la loro attenzione e "amore" tornerà.

Ma non lo farà.

Il narcisista o psicopatico usa l'intervista nelle prime fasi di una relazione per ingrandire le tue vulnerabilità e debolezze. Ti fanno aprire bagnandoti con gentilezza e insolita attenzione. Per farti rispecchiare, ti aprono raccontandoti storie altamente abbellite del loro passato.

È così che scoprono che hai problemi di autostima e tendono a cercare una convalida al di fuori di te. È così che cresciamo dopo essere cresciuti in una famiglia disfunzionale, dove siamo stati ripetutamente addestrati a non amarci in qualche modo.

Fiducia tossica

Una volta che ti fidi abbastanza del narcisista, inizi a chiedere loro cosa ne pensano di questo e quello. Per loro è un segno che hai esternalizzato il tuo senso di valore per loro. Dà loro un senso di potere e controllo su di te. E generalmente è il momento cruciale nella relazione in cui inizia la parte di svalutazione del ciclo di abuso.

Cominciano a rilassarsi, non lavorare così duramente per mantenere la loro buona immagine e preoccuparsi di meno. Cominciano a criticarti e a darti meno attenzione positiva. Questo fa davvero male.

Inizi a notare che l'unica volta in cui diventano di nuovo dolci e gentili è quando dai loro qualcosa che vogliono, che si tratti di sesso, denaro, lavoro, attenzione, ecc. Nel momento in cui dici qualcosa di critico, si rivolgono a te.

La mattina dopo…

Se sei riuscito a uscire da una relazione tossica con un narcisista - CONGRATULAZIONI!

Nulla di buono può venire dal rimanere con una persona che si diverte a far sentire gli altri di merda. Tuttavia, probabilmente stai provando un forte dolore ora, confuso su come puoi perdere qualcuno che ti ha fatto così tante cose terribili. È il risultato del ciclo dolce e medio che si ripete fino alla nausea, facendoti dubitare di te stesso mentre ti fidi di chi abusa. Probabilmente eri anche disposto a prendersi la colpa per quello che è successo.

L'esposizione prolungata a una persona disfunzionata può davvero rovinare il nostro cervello. Questo è il motivo per cui dopo una rottura, è così difficile ritrovarci. Ci sentiamo come una semplice ombra di chi eravamo una volta. Inoltre, ci mancano e non possiamo smettere di pensare ai bei tempi.

Il tuo cervello, il cui compito principale è proteggerti, cerca di proteggerti. In genere, è una buona cosa. Ma in questo caso, ti fa un grande disservizio, perché vuole dimenticare i tempi cattivi e ricordare solo i tempi buoni.

Nelle prime fasi della nostra ripresa, dovrai combattere quell'istinto naturale. La buona notizia: una volta uscito dall'altra parte, sarai più forte, più consapevole e consapevole di te stesso. Sarai un maestro jedi della tua stessa mente.

Di seguito sono riportati sei modi per ripristinare la sanità mentale e far crescere un nuovo set di neuroni nel cervello che serviranno invece di farti del male.

6 strategie per superare il trauma

1. Verità Renditi conto che quello che ti è stato fatto è incasinato! Quella persona non merita di essere nella tua vita. Ricorda le cose orribili che ti hanno fatto. Annotali e leggili spesso. Annota te stesso piangere, se questo aiuta.

2. Mindfulness. Continua a tornare al momento presente. Concentrati su ciò che stai facendo. Abile induttore di trance, il narcisista eccelleva nel farti cadere in trance quando eri con loro. Il tuo compito ora è quello di spezzare quella trance essendo qui e ora.

3. Muoviti verso il bene. Affidati al tuo GPS interno per capire di cosa hai bisogno in questo momento. Forse ti va di fare un bagno o di guardare un film? Forse hai bisogno di dormire di più. Forse devi parlare con un amico. Fidati e fallo. Vantaggio laterale: stai costruendo il tuo muscolo intuizione.

4. Interruzione del pattern. Questo è contro-intuitivo, ma funziona. Qui, lasciamo che la nostra mente pensante, piuttosto che le emozioni prendano il comando. Questo è un fantastico allenamento cognitivo che lavora per ricollegare il tuo cervello e ti prepara per il successo nella vita. Un micro passo alla volta. La chiave è che qualcosa che conosci ti fa bene quando non ne hai voglia.

Così! Guarda una commedia quando hai voglia di piangere. Fai una passeggiata quando hai voglia di dormire. Fai una doccia quando non hai voglia di alzarti dal letto. Respiri profondamente: il Dr. Evian Gordon della Rivoluzione cerebrale raccomanda 6 respiri al minuto per disattivare l'interruttore di stress da combattimento o volo. Dopo solo 60 secondi, il tuo cervello inizierà a secernere dopamina e ossitocina facendoti inondare di sostanze chimiche buone. Puoi provare l'aromaterapia. Gli oli essenziali possono trasportarci in uno stato mentale diverso in pochi secondi. Prova lavanda per calmare, agrumi per un sollevamento. Sperimenta ciò che funziona per te.

Se durante i nostri giorni riesci a farti sentire bene, fermati per qualche secondo e senti e respira davvero, per ancorare l'esperienza. Ti aiuterà a costruire più rapidamente sinapsi cerebrali positive.

5. Sii facile con te stesso. Inizialmente è difficile essere gentili perché l'abusatore ci è entrato in testa. Ora potresti rimproverarti ancora, il rimanente dell'abuso, anche se non sono più presenti. Ricordati quanto sei meraviglioso, anche se non ci credi. Scrivi le tue migliori qualità. Puoi persino inviare una richiesta ai tuoi amici più cari per farti sapere cosa gli piace di più di te. Non importa quante volte cadi nella fossa del disprezzo di te stesso, perdona te stesso. Il cambiamento richiede tempo. Sarà più facile la prossima ora e poi la prossima ...

6. Esternalizza la tua esperienza: condividi i tuoi pensieri con gli altri: un amico, un allenatore, una comunità di supporto. Ce ne sono molti! Se non hai voglia di interagire, registra i tuoi pensieri e mettili su carta. Sono molto più spaventosi quando dimorano dentro di te.

E, soprattutto, non rispondere agli sforzi del narcisista di tornare con te. Finisce sempre male e finisci per soffrire doppiamente quando ti tradiscono di nuovo.

Questo è il momento per te! So che è una crisi, ma è in genere in tali momenti che troviamo ciò che è più significativo e valido per noi. Questa è la tua opportunità, un'apertura per diventare il tuo migliore amico e migliorare la tua vita a tutti i livelli. Sono qui, ti faccio il tifo! Puoi farlo.

Se sei stato vittima di abusi narcisistici, ti preghiamo di sapere che non sei solo e c'è una via d'uscita. Se conosci qualcuno che attualmente ne soffre, ti preghiamo di passare questo articolo.

Se desideri lavorare con me, ora offro supporto via email. I dettagli sono nella descrizione sotto il video YT.

Se questo articolo ti parla in qualche modo, fai clic sul cuore ❤ Intendo il mondo per me ed è il carburante per missili che mi motiva ancora di più a mettere queste informazioni nelle mani di coloro che ne hanno bisogno.

Sintonizzati e segui Soul GPS qui e sulla mia pagina Facebook e sul canale YouTube per ulteriori informazioni su come individuare e curare gli abusi nelle relazioni, nelle famiglie e nei luoghi di lavoro.

Grazie per il tuo sostegno e tanto amore nel tuo percorso di guarigione più in profondità dentro di te!

Fai clic di seguito per il video compagno di questo articolo.