depressione 84404_1280

La depressione è una condizione psicologica in cui una persona può sperimentare sbalzi d'umore o depressione per lungo tempo. Durante gli episodi di depressione, una persona può sentirsi inferiore, ridurre o aumentare l'appetito, l'insonnia o l'insonnia, parlare o camminare troppo lentamente o velocemente, con gli altri. Una persona è anche conosciuta per aver riso delle cose piacevoli degli altri per almeno due settimane. In condizioni gravi, una persona che soffre di depressione può soffrire e suicidarsi.

Varie condizioni psichiatriche, come i disturbi dell'umore, sono associate alla depressione sotto forma di disturbo depressivo maggiore o disturbo d'ansia. I disturbi dell'umore sono un gruppo di disturbi caratterizzati da disturbi dell'umore primari. Questi includono i principali disturbi depressivi (in cui una persona soffre di depressione da almeno due settimane), distimia (depressione cronica), disturbo bipolare (umore anormalmente elevato o depresso, livelli cognitivi o energetici). . condizioni normali) e disturbi affettivi stagionali (episodi depressivi stagionali).

Da un punto di vista molecolare, la depressione e i disturbi dell'umore sono stati collegati ai centri di ricompensa e punizione del cervello, in particolare al setto ventrale e al nucleo. Questi centri e i loro neuroni associati (cellule nervose) devono rilasciare neurotrasmettitori noti, che si legano ai recettori post-sinaptici e mantengono l'umore di una persona o forniscono piacere e felicità. Tuttavia, durante la depressione, i recettori della serotonina presinaptica vengono attivamente assorbiti dalle molecole di serotonina e, pertanto, diminuiscono l'umore a causa della ridotta disponibilità di serotonina nella sinapsi.

I disturbi bipolari sono un gruppo di stati d'animo in cui una persona sperimenta un drammatico cambiamento di umore, in cui convivono episodi di eccitazione / gioia e tristezza. Il disturbo bipolare era precedentemente noto come depressione maniacale, ma esistono anche altri tipi di disturbi bipolari e, pertanto, la depressione maniacale costituisce un'ampia categoria di disturbi bipolari. Un confronto più stretto tra depressione bipolare e depressione maniacale è discusso nella tabella seguente:

Depressione bipolareMania Depression
Caratteristica generaleL'umore acuto cambia con episodi di umore alto e bassoQuesta è una forma di disturbo bipolare, dove ci sono sempre episodi di mania caratterizzati principalmente da episodi di alto umore.
Rapporto con episodio depressivo maggioreNon può essere associato a depressione grassa o graveÈ sempre associato a depressione maggiore
Classificazione e classificazioneClassificato come disturbo bipolare 1, disturbo bipolare 2, disturbo ciclotimico e disturbo bipolare (NOS)Significa malattia bipolare 1, quindi la depressione maniacale non può più essere sostituita da disturbi bipolari in quanto potrebbero esserci altre forme di disturbo bipolare.
La presenza di ipomania e iper maniaGli episodi depressivi maggiori sono accompagnati da episodi di ipomaniaGli episodi di mania sono spesso caratterizzati da iperemia o ipomania come sintomi misti.
La natura e la durata della depressioneGli episodi ipomanici imitano la depressione maniacale ma sono meno intensi e durano più a lungoL'episodio depressivo di solito dura settimane e mesi e di solito presenta forti sintomi di mania prolungata
Prestazioni di tutto il corpoPuò indicare che il corpo funziona normalmente tra episodi di depressionePuò indicare che il corpo funziona normalmente tra episodi di depressione
L'effetto delle stagioni sulla depressioneI sintomi possono essere dovuti a cambiamenti stagionaliI sintomi possono essere dovuti a cambiamenti stagionali
La natura degli sbalzi d'umoreGli sbalzi d'umore possono essere regolari o irregolari, non esiste una frequenza definitaLe vibrazioni dell'umore sono sempre associate a intervalli costanti.
Sottocategorie Funzioni specialiNel caso del disturbo bipolare della categoria NOS, si verificano solo episodi ipomanici e non vi è alcuna depressioneLa depressione è sempre associata a iperemia o ipomania
Presenza di tendenze suicide
Interrompere e prevenire le tendenze suicidePrevenire le tendenze suicide può essere o non essere facileLe tendenze al suicidio sono sempre difficili da prevenire
Neurotrasmettitori coinvolti nello studioserotoninaserotonina
gestioneSecondo varie forme, dagli integratori di litio agli inibitori selettivi del reuptake della serotonina (SSRI).Viene principalmente trattato con SSRI perché la depressione è sempre presente

RIFERIMENTI

  • Murray ED, Buttner N, Prezzo BH. (2012) Depressione e psicosi nella pratica neurologica. In: Neuroscience in Clinical Practice, 6ª Edizione. Bradley WG, Daroff RB, Fenichel GM, Yankovich J (a cura di) Butterworth Heinemann
  • Rusch, Nicholas; Angermeyer, Mathias C.; Corrigan, Patrick U (2005). "Stigma sulla malattia mentale: concetti, conseguenze e iniziativa di riduzione dello stigma." Psichiatria europea: 529-539
  • https://pixabay.com/uz/depression-loneliness-man-mood-84404/