Token di asset vs. token di utilità: comprensione dei pro e dei contro

Se sei un potenziale investitore ICO che guarda al mercato delle criptovalute, devi capire i diversi tipi di token e come funzionano. Il mercato delle criptovalute può essere un luogo confuso e non è sempre facile sapere quali sono le opzioni migliori per te.

Quando inizi a esplorare il mondo delle offerte di monete iniziali (ICO) e altri aspetti di questi investimenti, probabilmente incontrerai due tipi specifici di token: asset-backed o equity, token e utility token. Quindi, come funzionano ciascuno di questi token e quali sono i pro e i contro di ciascuno?

Token garantiti da attività

Come suggerisce il nome, i token garantiti da attività sono supportati dalla proprietà di una risorsa effettiva. Per tale motivo, vengono spesso indicati come token azionari. Puoi pensare ai token garantiti da attività come l'equivalente digitale di un titolo o di un'obbligazione. Sebbene non siano realmente azioni né obbligazioni, i token garantiti da attività rappresentano la reale proprietà di un'attività.

Una società che prevede di raccogliere fondi può emettere azioni sotto forma di token azionari, consentendo ai primi investitori di trarre profitto se la società fa bene. Al contrario, un finanziatore potrebbe emettere token garantiti da attività che rappresentano i debiti dovuti da una determinata società. Ciò può facilitare l'acquisto e la vendita di prestiti associati.

I vantaggi dei token garantiti da attività sono abbastanza chiari, almeno per i potenziali investitori. Quando acquistano un token supportato da attività, gli investitori acquistano la proprietà dell'azienda, fornendo loro i vantaggi che la proprietà comporta. E gli investitori potrebbero trarre vantaggio dal successo dell'azienda.

Token di utilità

I token di utilità funzionano in modo diverso e hanno i loro vantaggi e svantaggi. Questi token sono talvolta chiamati token utente e forniscono agli acquirenti l'accesso futuro a un tipo specifico di prodotto o servizio. Puoi pensare ai token di utilità come a una sorta di modello di crowdfunding, uno in cui le parti interessate acquistano e condividono in seguito i proventi.

Se hai mai incassato denaro per un prodotto con crowdfunding e successivamente lo hai ricevuto per posta, capisci già come funzionano i token di utilità. Questo tipo di token offre alle startup l'accesso diretto al capitale di cui hanno bisogno, in modo che possano fabbricare i loro prodotti o servizi.

A differenza dei token garantiti da attività, che sono già pronti per l'investimento, i token di utilità funzionano in modo diverso. I token di utilità non sono progettati per essere un investimento, ma forniscono un accesso futuro ai prodotti o ai servizi dell'azienda. Ma anche se i token di utilità non sono progettati come investimenti diretti, molte aziende ICO li utilizzano nella speranza che il valore del token aumenti.

Quella scommessa sull'aumento dei prezzi dei token di utilità potrebbe essere buona, soprattutto considerando il recente rialzo del prezzo di alcuni. Allo stesso tempo, non vi è alcuna garanzia che ciò accada e che l'incertezza sia uno dei principali svantaggi del modello di token di utilità.

Alla fine, la scelta del token di asset-backed vs utility è molto personale, sia per i potenziali investitori che per le società che prevedono un futuro ICO. Entrambi questi modelli di finanziamento presentano i loro vantaggi ed entrambi presentano alcuni potenziali svantaggi.

La differenza principale tra token supportati da asset e token di utilità è il modo in cui vengono sottoposti a backup. Mentre i token di utilità autorizzano gli acquirenti a un prodotto o servizio futuro, i token garantiti da attività rappresentano diritti di proprietà effettivi, con tutti i vantaggi che ne derivano. Sia i token di utilità che i token garantiti da attività possono, e probabilmente lo faranno, fluttuare di valore dopo la loro emissione e tali oscillazioni potrebbero essere selvagge. Alla fine, gli investitori dovranno valutare il potenziale vantaggio dei diritti di proprietà, quelli forniti da token garantiti da attività, rispetto al diritto a prodotti e servizi futuri offerti dai token di utilità.